Gli autobus dei turisti non passano inoservati agli abitanti di Firenze

Gli autobus sfrecciano per la città di Firenze ed anche nelle stradine più strette evitando i controlli dei Vigili ma vengono notati molto bene dagli abitanti che li fotografano e pongono la questione a chi di competenza.
I residenti sono preoccupati di questa continua scorribanda tanto da denominarli “autobus cinghiali” per la loro velocità ed improvvisata: è sempre un apparire e scomparire tanto da essere diventato difficile essere pronti al loro arrivo. Così appena li avvistano e ne hanno la possibilità li immortalano in una “foto ricordo”.
Un episodio che ha spaventato la gente
Il 17 settembre c.m. c’è stato un nuovo avvistamento nel centro storico, in via Maso Fininguerra, che ha fatto spaventare tutti. Addirittura, una nonnina, prima di attraversare sulle fasce pedonali si è fermata per dare la precedenza al “bestione polveroso”.
Ora, il Comitato di zona, grida a voce alta all’amministrazione la loro riluttanza a questi episodi anche molto pericolosi sia per i pedoni ma anche per gli automobilisti.
Il provvedimento dell’amministrazione
Il Centro studi turistici ha comunicato i dati e , si è notato, che gli arrivi sono diminuiti. Infatti, l’assessore Cecilia Del Re, è rimasta soddisfatta di questo cambiamento ma è molto probabile, che la riduzione dell’entrata degli autobus, sia dovuto anche all’aumento del ticket di ingresso ed alla realizzazione di nuovi parcheggi come quello di Via Costanza.
Tra l’altro, la realizzazione dei parcheggi, è anche un vantaggio a livello ambientale per la città perchè così ci sono meno gas di scarico all’interno della bellissima Firenze.